giovedì 31 gennaio 2019

Prezzo azioni Poste Italiane: conviene investire? I consigli degli esperti

Il prezzo azioni di Poste italiane sarà nell'ambito dei 6 e i 7,5 euro l'una, ma conviene comprare azioni di Poste Italiane? 

E' veramente uno dei migliori modi di investire oggi, come molti dicono?

Aggiornamento: Dopo un inizio 2016 disastroso, che aveva portato il prezzo del titolo di Poste italiane 6,33 euro per azione il 20 Gennaio 2016, il titolo sembra riaversi da almeno una settimana; le azioni di Poste stanno crescendo di valore ed oggi il mercato della Borsa Valori di Milano ha chiuso con questo titolo ad un prezzo di 6,64 euro per azione; ricordiamo che il massimo ed il minimo valore delle azioni di Poste sono stati rispettivamente 7,2 e 6,33 euro per azione.

Il mercato azionario  è iniziato in maniera pessima questo Gennaio per vari fattori, tra cui l'incertezza di alcune banche italiane come MPS e Carige, alcune obbligazioni bancarie vendute in modo quantomeno scorretto,  spostando molti investimenti verso lidi sicuri, quali il vecchio mercato immobiliare e i vecchi Buoni Postali ; un modo di investire non remunerativo, ma che consente la sicurezza di riprendersi tutto il capitale senza rischiare un centesimo.

Aggiornamento  Il prezzo del titolo di Poste italiane si attesta sui 6,75 euro, il prezzo esatto dell'emissione dell'IPO; insomma: chi ha comprato azioni delle Poste finora non c'ha né guadagnato nè rimesso.
Va comunque detto che questo non é un ottimo periodo per la Borsa di Milano, per vari motivi, a quasi un mese dall'IPO, dopo un primo brusco calo del 4% il valore di queste azioni sembra essersi ripreso, staremo a vedere nel prossimo futuro cosa accade e cercheremo di tenervi aggiornati.

Aggiornamento 27 ottobre: la Borsa valori di Milano ha chiuso con una perdita di 0,89% del valore del titolo di Poste italiane, pari a 6,69 euro per azione ( ricordiamo che il prezzo iniziale era di 6,75 euro, quello stabilito dalla IPO). L'inizio della mattinata andava bene, con un buon + 1,5%, ma poi il clima é cambiato, nonostante l'altissimo numero di scambi la Borsa ha perso terreno e questo ha fatto perdere anche Poste.

Questi saranno giorni interessanti ed importanti per vedere quello che succede, strano che degli investitori vendano così presto per fare un guadagno irrisorio sia in perdita che in aumentato valore, un guadagno che si potrebbe attestare solo intorno all'1%, ma forse questo è dovuto a qualche piccolo trade che ha fatto questi scambi velocissimi che servono solo a guadagnarci pochissimo, magari però tra qualche giorno torneranno ancora a vendere e comprare titoli di Poste tramite Trading Online, e allora faranno qualche altra piccola speculazione.

Aggiornamento 23 ottobre: oggi si saprà il prezzo ufficiale delle azioni di Poste, che dovrebbe essere di 6,75 euro ad azione.

Alla stessa ora si saprà anche chi é riuscito ad aggiudicarsi queste azioni; pensate. ci sono state richieste per un valore 4 volte superiore a quello emesso da Poste Italiane.

Nel caso in cui il prezzo finale delle azioni di Poste fosse di 6,75 euro, la capitalizzazione del colosso italiano arriverebbe a 8,8 miliardi di euro, per un valore di immissione di azioni nel mercato ( ne hanno messe a disposizione solo il 38% ed il resto se lo é tenuto il Ministero delle Finanze), per 3,3 miliardi di euro.

Finalmente la tanto discussa collocazione di azioni di Poste italiane nel mercato finanziario sta diventando realtà e partirà da lunedì 12 ottobre 2015 e c'è tempo fino al 22 ottobre per partecipare.

Da lunedì prossimo, potremo recarci in banca, dal Nostro operatore finanziario di fiducia e prenotare le azioni di Poste italiane.

Una delle più solide realtà aziendali italiani si quota in borsa , strano però che stavolta non ci sono state troppe polemiche politiche a riguardo, nonostante per il momento solo il 40%  del capitale verrà venduto in azioni, il resto verrà tenuto da MEF, cosa che gli ha permesso di tenere lo stesso rating.

Strano che la destra italiana, solitamente autarchica e contraria al libero mercato ( diversamente dalla destra di tutti i paesi del mondo) non protesti vivacemente con questa iniziativa che, anche se nata anni fa', il Ministero dell'Economia e delle Finanze sta di fatto facendo ora, sotto il Governo Renzi.
Strano che i sindacati non proferiscano parola.

Strano che il Movimento 5 Stelle e Grillo siano più attenti a quello che succede al sindaco di Roma che a quello che sta accadendo ad un patrimonio di tutti gli italiani.

Poste italiane in vendita in borsa valori, cosa accade ora?

Prezzo azioni Poste Italiane: conviene investire? I consigli degli esperti
Azioni Volkswagen conviene investire? Cos'é il Forex
Azioni da comprare oggi
Investire soldi in ETF conviene?  Azioni Ferrari conviene comprare?
The Millionaire in Pjs funziona? Come Investire nel 2018
Azioni Poste Italiane conviene comprare?
Migliori azioni del 2018
Conviene investire 

 Prezzo azioni di  Poste italiane: conviene comprare?

Partirà da 6 euro fino ad un massimo di 7,5 euro per azione il prezzo di collocamento IPO delle azioni di Poste Italiane.

Secondo tutti gli analisti finanziari, investire soldi in azioni di Poste potrebbe diventare un discreto affare nel lungo periodo, sia perché l'azienda dovrebbe continuare a crescere, sia perché sta diventando sempre più un'azienda attenta agli utili.

Quindi questa azioni potrebbero sia crescere di valore nel tempo che dare dei discreti guadagni a livello di dividendi.
Ulteriori approfondimenti: Quotazioni azioni Poste Italiane

Azioni per dipendenti e piccoli azionisti:

Ottimi i bonus per dipendenti ( ai quali sono riservate circa un 3% delle azioni IPO di Poste) le quali, se tenute per oltre un anno daranno diritto al regalo di 1a azione ogni 10 comprate.

Bonus per azionisti: per gli altri azionisti invece, c'é un bonus di 1a azione regalata ogni 20 possedute, se si tengono per almeno un anno.

Lotto minimo di azioni Poste: sono 500 il lotto minimo di azioni che si possono comperare, per un totale di circa 3.500 euro ( al prezzo di 7 euro l'una) offerti al pubblico, ma ci sono anche lotti intermedi da 2.000 e 5.000 azioni.
Il lotto minimo per i dipendenti é di n. 50 azioni ( appena 350 euro al prezzo di 7 euro per azione).

Ogni dipendente avrà diritto MINIMO a 100 azioni ( 2 lotti 'per dipendente').
I dipendenti potranno comprare le azioni di Poste anche tramite un anticipo del TFR, ma solo per un totale di 100 azioni ( quindi senza tirar fuori un euro, potranno avere un valore di circa 700 euro di azioni, che dopo un anno arriverà a 770 euro con il 10% in regalo).

Dove i piccoli risparmiatori possono comprare le azioni di Poste Italiane:

Le azioni di Poste italiane potranno essere richieste al Vostro operatore di borsa di fiducia, il quale poi si dovrà rivolgere a:

Banca IMI S.p.A.  

UniCredit Corporate & Investment Banking.

Presso gli Uffici Postali.

Gli utili di Poste Italiane redistribuiti all'80%

Buone notizie anche per quando riguarda la distribuzione di dividendi. Gli utili dell'anno 2015 e 2016, verranno redistribuiti all'80% agli azionisti e il rimanente 20% rimarrà nella società per eventuali investimenti.

Poste italiane assume 8 mila dipendenti:

Il giorno dell'apertura dell'IPO, Poste italiane hanno annunciato l'assunzione di 8 mila nuovi lavoratori.

Questa dichiarazione dell'AD Francesco Caio, va vista in un'ottica di stimolo per il mercato, per confermare che questa società gode di ottima salute.

Quante tasse si pagano sulle azioni di Poste?

Anche queste azioni, sono soggette alla legge sul pagamento delle tasse sulle rendite finanziarie che é del 26%, quasi un quarto di quello che si guadagna, quindi.

Facciamo un semplice esempio per capire meglio: se io ho comprato delle azioni per 3.000 euro ed ho dei dividendi a fine anno per 100 euro, questi 100 euro vengono considerati la mia 'rendita finanziaria', quindi ci dovrò pagare 26 euro di tasse ( il 26%).

Se ho comprato 3.000 euro di azioni e quando le vado a vendere dopo un tot. di tempo ci faccio 4.000 euro in tutto, ecco che avrò guadagnato 1.000 euro. Questi mille euro sono considerati la mia rendita finanziaria, quindi ci dovrò pagare 260 euro di tasse ( cioè sempre il 26%).

Quando queste azioni si potranno comprare normalmente alla Borsa di Milano:

Già il giorno lunedì 26 ottobre, le azioni di Poste italiane saranno disponibili presso il mercato valori della Borsa di Milano e quindi soggette a contrattazioni.

Sarà molto interessante seguire - nei primi giorni - l'andamento di questo titolo, cosa che puntualmente faremo.
https://finanza.prezzon1.com/2019/01/reddito-di-cittadinanza-tutto-quello-che-devi-sapere.html
Per saperne di più,  seguici su FB.
Disqus Comments

Post più popolari