giovedì 31 gennaio 2019

Prezzo azioni Poste Italiane: conviene investire? I consigli degli esperti

Il prezzo azioni di Poste italiane sarà nell'ambito dei 6 e i 7,5 euro l'una, ma conviene comprare azioni di Poste Italiane? 

E' veramente uno dei migliori modi di investire oggi, come molti dicono?

Aggiornamento: Dopo un inizio 2016 disastroso, che aveva portato il prezzo del titolo di Poste italiane 6,33 euro per azione il 20 Gennaio 2016, il titolo sembra riaversi da almeno una settimana; le azioni di Poste stanno crescendo di valore ed oggi il mercato della Borsa Valori di Milano ha chiuso con questo titolo ad un prezzo di 6,64 euro per azione; ricordiamo che il massimo ed il minimo valore delle azioni di Poste sono stati rispettivamente 7,2 e 6,33 euro per azione.

Il mercato azionario  è iniziato in maniera pessima questo Gennaio per vari fattori, tra cui l'incertezza di alcune banche italiane come MPS e Carige, alcune obbligazioni bancarie vendute in modo quantomeno scorretto,  spostando molti investimenti verso lidi sicuri, quali il vecchio mercato immobiliare e i vecchi Buoni Postali ; un modo di investire non remunerativo, ma che consente la sicurezza di riprendersi tutto il capitale senza rischiare un centesimo.

Aggiornamento  Il prezzo del titolo di Poste italiane si attesta sui 6,75 euro, il prezzo esatto dell'emissione dell'IPO; insomma: chi ha comprato azioni delle Poste finora non c'ha né guadagnato nè rimesso.
Va comunque detto che questo non é un ottimo periodo per la Borsa di Milano, per vari motivi, a quasi un mese dall'IPO, dopo un primo brusco calo del 4% il valore di queste azioni sembra essersi ripreso, staremo a vedere nel prossimo futuro cosa accade e cercheremo di tenervi aggiornati.

Aggiornamento 27 ottobre: la Borsa valori di Milano ha chiuso con una perdita di 0,89% del valore del titolo di Poste italiane, pari a 6,69 euro per azione ( ricordiamo che il prezzo iniziale era di 6,75 euro, quello stabilito dalla IPO). L'inizio della mattinata andava bene, con un buon + 1,5%, ma poi il clima é cambiato, nonostante l'altissimo numero di scambi la Borsa ha perso terreno e questo ha fatto perdere anche Poste.

Questi saranno giorni interessanti ed importanti per vedere quello che succede, strano che degli investitori vendano così presto per fare un guadagno irrisorio sia in perdita che in aumentato valore, un guadagno che si potrebbe attestare solo intorno all'1%, ma forse questo è dovuto a qualche piccolo trade che ha fatto questi scambi velocissimi che servono solo a guadagnarci pochissimo, magari però tra qualche giorno torneranno ancora a vendere e comprare titoli di Poste tramite Trading Online, e allora faranno qualche altra piccola speculazione.

Aggiornamento 23 ottobre: oggi si saprà il prezzo ufficiale delle azioni di Poste, che dovrebbe essere di 6,75 euro ad azione.

Alla stessa ora si saprà anche chi é riuscito ad aggiudicarsi queste azioni; pensate. ci sono state richieste per un valore 4 volte superiore a quello emesso da Poste Italiane.

Nel caso in cui il prezzo finale delle azioni di Poste fosse di 6,75 euro, la capitalizzazione del colosso italiano arriverebbe a 8,8 miliardi di euro, per un valore di immissione di azioni nel mercato ( ne hanno messe a disposizione solo il 38% ed il resto se lo é tenuto il Ministero delle Finanze), per 3,3 miliardi di euro.

Finalmente la tanto discussa collocazione di azioni di Poste italiane nel mercato finanziario sta diventando realtà e partirà da lunedì 12 ottobre 2015 e c'è tempo fino al 22 ottobre per partecipare.

Da lunedì prossimo, potremo recarci in banca, dal Nostro operatore finanziario di fiducia e prenotare le azioni di Poste italiane.

Una delle più solide realtà aziendali italiani si quota in borsa , strano però che stavolta non ci sono state troppe polemiche politiche a riguardo, nonostante per il momento solo il 40%  del capitale verrà venduto in azioni, il resto verrà tenuto da MEF, cosa che gli ha permesso di tenere lo stesso rating.

Strano che la destra italiana, solitamente autarchica e contraria al libero mercato ( diversamente dalla destra di tutti i paesi del mondo) non protesti vivacemente con questa iniziativa che, anche se nata anni fa', il Ministero dell'Economia e delle Finanze sta di fatto facendo ora, sotto il Governo Renzi.
Strano che i sindacati non proferiscano parola.

Strano che il Movimento 5 Stelle e Grillo siano più attenti a quello che succede al sindaco di Roma che a quello che sta accadendo ad un patrimonio di tutti gli italiani.

Poste italiane in vendita in borsa valori, cosa accade ora?

Prezzo azioni Poste Italiane: conviene investire? I consigli degli esperti
Azioni Volkswagen conviene investire? Cos'é il Forex
Azioni da comprare oggi
Investire soldi in ETF conviene?  Azioni Ferrari conviene comprare?
The Millionaire in Pjs funziona? Come Investire nel 2018
Azioni Poste Italiane conviene comprare?
Migliori azioni del 2018
Conviene investire 

 Prezzo azioni di  Poste italiane: conviene comprare?

Partirà da 6 euro fino ad un massimo di 7,5 euro per azione il prezzo di collocamento IPO delle azioni di Poste Italiane.

Secondo tutti gli analisti finanziari, investire soldi in azioni di Poste potrebbe diventare un discreto affare nel lungo periodo, sia perché l'azienda dovrebbe continuare a crescere, sia perché sta diventando sempre più un'azienda attenta agli utili.

Quindi questa azioni potrebbero sia crescere di valore nel tempo che dare dei discreti guadagni a livello di dividendi.
Ulteriori approfondimenti: Quotazioni azioni Poste Italiane

Azioni per dipendenti e piccoli azionisti:

Ottimi i bonus per dipendenti ( ai quali sono riservate circa un 3% delle azioni IPO di Poste) le quali, se tenute per oltre un anno daranno diritto al regalo di 1a azione ogni 10 comprate.

Bonus per azionisti: per gli altri azionisti invece, c'é un bonus di 1a azione regalata ogni 20 possedute, se si tengono per almeno un anno.

Lotto minimo di azioni Poste: sono 500 il lotto minimo di azioni che si possono comperare, per un totale di circa 3.500 euro ( al prezzo di 7 euro l'una) offerti al pubblico, ma ci sono anche lotti intermedi da 2.000 e 5.000 azioni.
Il lotto minimo per i dipendenti é di n. 50 azioni ( appena 350 euro al prezzo di 7 euro per azione).

Ogni dipendente avrà diritto MINIMO a 100 azioni ( 2 lotti 'per dipendente').
I dipendenti potranno comprare le azioni di Poste anche tramite un anticipo del TFR, ma solo per un totale di 100 azioni ( quindi senza tirar fuori un euro, potranno avere un valore di circa 700 euro di azioni, che dopo un anno arriverà a 770 euro con il 10% in regalo).

Dove i piccoli risparmiatori possono comprare le azioni di Poste Italiane:

Le azioni di Poste italiane potranno essere richieste al Vostro operatore di borsa di fiducia, il quale poi si dovrà rivolgere a:

Banca IMI S.p.A.  

UniCredit Corporate & Investment Banking.

Presso gli Uffici Postali.

Gli utili di Poste Italiane redistribuiti all'80%

Buone notizie anche per quando riguarda la distribuzione di dividendi. Gli utili dell'anno 2015 e 2016, verranno redistribuiti all'80% agli azionisti e il rimanente 20% rimarrà nella società per eventuali investimenti.

Poste italiane assume 8 mila dipendenti:

Il giorno dell'apertura dell'IPO, Poste italiane hanno annunciato l'assunzione di 8 mila nuovi lavoratori.

Questa dichiarazione dell'AD Francesco Caio, va vista in un'ottica di stimolo per il mercato, per confermare che questa società gode di ottima salute.

Quante tasse si pagano sulle azioni di Poste?

Anche queste azioni, sono soggette alla legge sul pagamento delle tasse sulle rendite finanziarie che é del 26%, quasi un quarto di quello che si guadagna, quindi.

Facciamo un semplice esempio per capire meglio: se io ho comprato delle azioni per 3.000 euro ed ho dei dividendi a fine anno per 100 euro, questi 100 euro vengono considerati la mia 'rendita finanziaria', quindi ci dovrò pagare 26 euro di tasse ( il 26%).

Se ho comprato 3.000 euro di azioni e quando le vado a vendere dopo un tot. di tempo ci faccio 4.000 euro in tutto, ecco che avrò guadagnato 1.000 euro. Questi mille euro sono considerati la mia rendita finanziaria, quindi ci dovrò pagare 260 euro di tasse ( cioè sempre il 26%).

Quando queste azioni si potranno comprare normalmente alla Borsa di Milano:

Già il giorno lunedì 26 ottobre, le azioni di Poste italiane saranno disponibili presso il mercato valori della Borsa di Milano e quindi soggette a contrattazioni.

Sarà molto interessante seguire - nei primi giorni - l'andamento di questo titolo, cosa che puntualmente faremo.
https://finanza.prezzon1.com/2019/01/reddito-di-cittadinanza-tutto-quello-che-devi-sapere.html
Per saperne di più,  seguici su FB.

100 commenti:

Anonimo ha detto...

Ho deciso di comprare un po' di queste azioni, voglio regalarne 10 mila euro a mio nipote, dite che è conveniente?

Dove posso comprarle?

Anonimo ha detto...

RENZI SVENDE L'ITALIA E NESSUNO DICE NIENTE

Anonimo ha detto...

ho 70 anni questo schifo deve finire si sono mangiati tutto ora anche le poste, volete farci venire il crepacuore

Massy Biagio ha detto...

Signora/e non si preoccupi, la sua pensione verrà elargita regolarmente, lo Stato ha venduto solo PARTE di Poste italiane

Anonimo ha detto...

Come funziona? se io offro 7 euro per azione e poi il prezzo arriva a 7,5 non me le danno?

christian1972 ha detto...

Controlla prima quanto chiedono e poi inserisci la tua offerta. Può anche darsi che se molti indugiano appena apre il mercato le porti via a meno

Anonimo ha detto...

sei pazzo se compri azioni poste

Anonimo ha detto...

perché? scusa

Anonimo ha detto...

Se lunedì vado alle Poste , ne posso prenotare mille euro?

Come funziona, qualcuno mi può aiutare, é vero che le vendono agli sportelli delle Poste?

Anonimo ha detto...

Solo se lei è un dipendente e solo se vuole avvalersi dell'uso del TFR per comperare un massimo di 100 azioni può rivolgersi a Poste italiane

Anonimo ha detto...

il prezzo lo stabiliscono loro in base alle richeste....la forchetta va da da 6 a 7,50. PER AZIONE ...se le vuoi queste azioni ti rechi in banca e aderisci all'offerta.....minimo 500 azioni...POI SE SONO CONVENIENTI O MENO BISOGNA studiarsi bene gli ultimi bilanci e VEDERE IL RAPPORTO PREZZO/UTILI (P/E.)

Magogi ha detto...

No errato poste le vende anche a chi non è dipendente vada pure negli uffici postali. Certo deve avere o aprire un rapporto continuativo è un DT

Anonimo ha detto...

Vendono le azioni presso gli uffici postali, ne è sicuro???

Anonimo ha detto...

OK, domattina vado a prenotare un pacchetto, poi ti faccio sapere

Anonimo ha detto...

anche questo sito è una bufala le poste italiane non possono essere vendute perchè sono dello stato italiano, lo sanno tutti

Anonimo ha detto...

Ma cosa dici??? Poste Italiane è da mo che è una Società privata.... svegliati

Anonimo ha detto...

Certo che poste italiane vende le azioni puo'andare in ufficio postale magari dotato di sala consulenza e acquistare il pacchetto.bisogna avere conto corrente o libretto di risparmio con deposito titoli questionario mifid e sottoscrive le azioni

Massy Biagio ha detto...

Esatto.

Anonimo ha detto...

Io e mia figlia abbiamo deciso di togliere i soldi dal libretto e di metterli in queste azioni di Posta.

Allo sportello stamattina c'era la fila, ma dopo 3 ore siamo riuscite a fare tutto.

Ci avevano consigliato di mettere al massimo solo un quarto di tutti i Nostri risparmi, ma noi ce ne abbiamo messi metà, o la va o la spacca

Anonimo ha detto...

Signora ha fatto una mossa azzardata.

Bisogna sempre diveresificare i propri investimenti e solo una piccola parte dovrebbe andare in azioni.

Anche se le azioni di poste italiane sono super sicure, possono avere comunque delle forti oscillazioni e magari, un giorno che le serviranno saranno molto ridotte.

Allora in quel modo avrebbe perso un sacco di soldi

Anonimo ha detto...

Signora, parli con l'addetto allo sportello della Posta e gli dica che si é sbagliata.

magari non succederà niente, ma metà di tutti i risparmi io non li investirei MAI solo in azioni

Anonimo ha detto...

Scusate ma, se non erro, c'è un lotto minimo di acquisto e uno massimo, no?
Cioè, non si può scegliere ad esempio di acquistare 1000 euro o 10.000 euro di azioni.
Se il lotto minimo è 250 o 500 quello si potrà scegliere o in alternativa il lotto massimo che usualmente è 10 volte di quello minimo... non esistono vie di mezzo o mi sbaglio?
Grazie

Anonimo ha detto...

Mettendo il caso di comprare 500 azioni, se Poste chiude l'anno in positivo, ipoteticamente quanto guadagnerei? So che senza numeri alla mano è impossibile stimare gli utili, ma qualcuno potrebbe rendermi l'idea (con qualche ipotesi verosimile) di quanto potrei guadagnare con 500 azioni? Si tratta di qualche centinaia di euro o di qualche migliaio di guadagno?

Ho letto inoltre che i guadagni derivanti dal possesso di azioni di Poste italiane saranno tassati al pari di qualsiasi altro investimento azionario e quindi dovranno sottostare a un'aliquota del 26% . Dunque vorrei capire a larghe linee gli ipotetici guadagni che potrebbero fruttare 500 azioni dato che poi andrà sottratto il 26%...insomma capire se ne vale la pena o no. Grazie a tutti.

Anonimo ha detto...

signora....mettere tutti i suoi risparmi su un unico titolo e' una scelta pessima......gli investimenti vanno sempre diversificati....o la va o la spacca.???.....ma che gioca al casino'.???...mah contenta lei ......tanto i soldi sono i suoi...!!!!!

Anonimo ha detto...

se venisse collocata a 6 euro.....non sarebbe male....a 7/7,50....sarebbe gia' cara.....io preferisco comprarmela sul mercato e farci del trading long/short....le ipo sono come le uova di pasqua.....ci puoi rimanere anche molto fregato.....

Anonimo ha detto...

Complimenti a chi ha scritto l'articolo.
Finalmente in poche righe tutte le informazioni necessarie per noi che siamo interessati a comprare, senza tanti giri di parole.
grazie

Anonimo ha detto...

Scuisi ma 500 azioni corrispondono grossomodo a 3.000 euro e Lei con 3.000 euro vorrebbe avere dei guadagni di migliaia di euro???
Mi sembra impossibile la cosa.
Già é tanto se ce ne guadagna qualche centinaio.
Poi può sempre comprare più pacchetti, almeno credo

Malva ha detto...

Se le andrà molto bene si tratterà di un guadagno di qualche centinaio di euro nel medio-breve periodo considerando un investimento di 500 azioni

Anonimo ha detto...

Per me è un buon investimento...rischi quasi inesistenti vista la solidità del gruppo....ad oggi se si vuol guadagnare qualcosa, bisogna crederci....non si può continuare a farci fregare dalle lobby delle banche.

Anonimo ha detto...

Non solo i dipendenti. Chiunque può acquistare azioni in ufficio postale, la differenza tra il dipendente è solo il quantitativo che è. Stabilito in 500 azioni minimo per un controvalore di 3500 euro. Il bonus in questo caso è stabilito in una azione gratuita ogni venti se trattenute un anno.

Anonimo ha detto...

Documentarsi.....prima di esprimere un giudizio bisogna documentarsi.....per questo motivo non andremo mai avanti...

Anonimo ha detto...

Bravo, ben detto.

Anonimo ha detto...

Nessuna via di mezzo

Anonimo ha detto...

Corretto,da non dimenticare le azioni gratuite ricevute....ossia 1 ogni 20. Che vanno a sommarsi al guadagno azionario.

Anonimo ha detto...

Io e mia moglie ieri abbiamo ordinato il pacchetto massimo, avevamo dei soldi da parte da anni sui Buoni postali, ne abbiamo disimpegnati in parte e comprato azioni

Anonimo ha detto...

Si sì, legga bene l'articolo c'è scritto: basta andare in un ufficio postale di quelli che hanno anche la consulenza finanziaria ed in una mezz'ora le fanno prenotare un pacchetto di azioni

Anonimo ha detto...

Tò, un complottaro ahahahahahah
Complotti dappertutto ahahahahahah
Siete proprio patetici

Anonimo ha detto...

farà la fine che ha fatto telecom? erano saliti circa 10euro e ora sono 1,5 euro

Anonimo ha detto...

Meglio le azioni di Poste che BTP

Unknown ha detto...

...che vanno a sommarsi al guadagno azionario...se quest'ultimo, dopo 12 mesi, esiste...le domande che un privato risparmiatore deve porsi, prima eventualmente di aderire, sono essenzialmente due: 1) l'offerta avviene ad un prezzo conveniente oppure no?! 2) sono disposto a dimenticarmele per almeno un anno?! solo se si risponde affermativamente ad entrambi i quesiti, allora si può aderire...tenendo sempre presente che, in azioni, è bene investire solo una minima parte del proprio patrimonio...

Anonimo ha detto...

appena tornato dalla posta dove ho chiesto informazioni in merito, in aggiunta a quelle acquisite leggendo qua e la in internet. ho lasciato la consulente dicendogli che ci penso e si si tornero domani. lotto minimo 500 azioni al costo di 3750€ quindi a 7,50€. non so che fare. per carita è solo un piccolo risparmio che investo diciamo che sono disposto a rischiarli questi 3750€. ma è proprio buttarli via o qualche guadagnino c'è. sia chiaro qua con 500 azioni e sopratutto giocando in borsa non ho la presunzione di diventare ricco, ma solo che è un bivio, un domani potro dire caz... ho perso 3750€ opure non investendo caz.... a saperlo lo avrei dovuto fare ci guadagnavo. comunque una curiosità le posso vendere quando il prezzo mi conviene ? ciò sono possessore del tutto di queste 500 azioni o sono vincolato ? grazie

Anonimo ha detto...

Quando nel 1999 fu collocata Enel nel mercato azionario per i piccoli investitori non fu un gran successo anzi ... E il consumo di energia era in aumento.
Questo mi sembra un ricorso storico con la variante che sono in continua diminuzione le lettere per posta.
L'affare non mi sembra prudente

Anonimo ha detto...

Giusta osservazione. Poste italiane fa schifo al livello di spedizioni e ha aumentato di molto i costi delle raccomandate e pacchi. Corrieri convenzionati con privati su internet costano il 40% in meno facendo un unica spedizione con ritiro a casa gratuito. Se erano solo una banca avrei comprato le azioni ad occhi chiusi ma ora che ci rifletto può essere un rischio se si vuole prelevare il capitale dopo pochi mesi

Anonimo ha detto...

Le Poste italiane fanno schifo al livello di spedizioni e hanno aumentato di molto i costi delle raccomandate e dei pacchi. Corrieri convenzionati con privati che si trovano su internet costano il 40% in meno facendo un unica spedizione con ritiro a casa gratuito ( 6,60 euro per un pacco da 5kg con consegna in 24 ore CONTRO i 13 euro delle poste italiane. Una raccomandata semplice ( consegna 5 giorni ) fatta alle poste puo costare anche 7 euro. E' assurdo che c'è chi ancora usa le poste per spedire. Solo i vecchietti. Dovrebbero chiudere il reparto spedizioni e lasciare ciò che funziona. SPEDIRE UNA RACCOMANDATA DALL INGHILTERRA ALL ITALIA COSTA MENO DI 5 EURO. Le poste stanno in piedi grazie ai piccoli risparmiatori prudenti. Appunto PRUDENTI. Con l entrata in borsa , anche se in piccola percentuale, cosa può succedere all immagine di sicurezza e prudenza? Se erano solo una banca avrei comprato le azioni ad occhi chiusi ma ora che ci rifletto può essere un rischio se si vuole prelevare il capitale dopo pochi mesi.

Fino a poche ore fa avrei comprato ma ora ho forti dubbi. Se mi faccio un calcolo veloce compro a 7 euro e a 12mesi vale 7euro + il 5% posso sperare di prendere un 3,70% sul capitale detraendo il 26% sul utile. Tutto questo prendendo un bel rischio! ma vale la pena con poste italiane? FACENDO UN ESEMPIO CON 500 AZIONI: compro 500azioni a 7 euro: quindi 3500 euro - dopo 12 mesi diventano 525azioni e per mia fortuna valgono ancora 7 euro : quindi 3675 euro. il guadagno di soli 175 euro va tassato al 26% e MI RIMANE 129 euro di guadagno. Ok mai!!!! Se vendo prima dei 12 mesi quindi senza bonus , con una percentuale di guadagno del 10% ( da 7,00 euro a 7,70 euro ) vado a prendere un 7,4%. ESEMPIO VELOCE: compro 500azioni x 7,00euro= 3500euro ------- vendo 500azioni x7,70euro= 3850euro
profitto 350 euro - 26% tasse = 259 euro GUADAGNO !!!

Anonimo ha detto...

Salve, stamani ho prenotato 1000 azioni di Poste Italiane alla banca Unicredit avendo un piccolo tesoretto da investire.Mi hanno spiegato che mi costeranno 7500 euro e fra un anno avro' un bonus ogni tot azioni...e una cedola consistente del 8% annuale che mi sarà liquidata in conto.Ora leggendo qua e là sono un po' pentita dell'operazione (premetto non ho MAI comprato azioni e nemmeno la mia famiglia di operai e ahimé disoccupati) pensate che potro' recedere prima della chiusura delle vendite se nn sbaglio il 23 ottobre?Grazie a chi mi risponde.

Massy Biagio ha detto...

In effetti il comparto 'Poste' di Poste italiane è solo il 17% di tutto il Gruppo Poste italiane.

Massy Biagio ha detto...

Una volta che ha comprato le azioni può rivenderle quando vuole lei

Anonimo ha detto...

Credo che possa recedere anche domattina, ma dovrebbe tornare allo sportello, non ne sono completamente sicuro

Anonimo ha detto...

Certamente che può cambiare idea e riprendersi i soldi senza investirli in AZIONI di Poste italiane. NON HA COMPRATO UN BEL NULLA FINO AL 23 Ottobre . Ha solo fatto una prenotazione che può annullare. NON DATE RETTA A CHI VI RISPONDE IN MODO INGANNEVOLE. Le azioni prima di comprale bisogna pensarci ( possono perdere più del 10% in pochi secondi all apertura della borsa ). NON fidatevi di chi vi dice ( forse perché lavora per loro ) che se le comprate dopo le potete vendere quando volete. Potrebbero valere meno di quanto l avete pagate per un bel periodo di tempo iniziale.anche dopo pochi secondi.

Caro Massy Biagio. La risposta corretta è: Signora lei non ha ancora comprato le azioni ma le ha semplicemnte prenotate e non verranno comprate dalla sua banca fino al 23 Ottobre o giorni successivi. Certamente lei ha diritto a ritirare la sua prenotazione senza pagare alcuna penale.

esempio di risposta imparziale.

Anonimo ha detto...

Leggo di chi vuole regalare 10000 euro di azioni ad un nipote, chi disinveste dai buoni per investire in un (singolo!) titolo azionario (non che i buoni siano meritevoli ma per la differenza abissale che ci sono tra i due tipi di strumenti finanziari). Certo che gli italiani sono proprio ignoranti (finanziariamente parlando)! Ancora peggio i (cattivi) consulenti che glielo fanno fare!!! Cose 'e pazzi!!!

Anonimo ha detto...

Un investitore (ancor di più chi ha piccoli patrimoni) non deve mai, assolutamente mai, investire più del 5-10% del proprio patrimonio in un singolo titolo azionario. Nel caso lo faccia deve sapere che sta acquisendo un rapporto rendimento/rischio altissimo. Può guadagnare tanto ma anche perdere tanto, indipendentemente da bonus e dividendi. Ah, povera italia!!!

Anonimo ha detto...

Certo che passare dai buoni (non che siano vantaggiosi) ad una singola azione tutti i propri risparmi significa correre un gran rischio. Si è consapevoli di questa cosa? Sono due strumenti totalmente differenti nel rapporto rendimento/rischio ed orizzonte temporale.

Anonimo ha detto...

Sono la signora che ha prenotato 1000 azioni alla Unicredit, innanzitutto volevo ringraziarvi per le risposte.Ho altri dubbi in merito:
1)Perché ho letto sul web che il costo di ogni singola azione ha una forchetta tra 6 e 7,5 ed a me hanno detto nero su bianco che mi costeranno 7500 euro (1000 azioni), significa che se saranno vendute il 23 ottobre a 7, il resto se lo terrà la banca?
2)Siccome sono consapevole di essere molto ignorante in materia e voi molto piu' ferrati, posso chiedervi secondo le vostre analisi-previsioni se procedo con l'acquisto e poi all'emissione le vendo immediatamente (in banca mi hanno assicurato che per i primi giorni il titolo guadagnerà dal 10 al20%) non dico guadagnarci (oramai sono caduta nel pessimismo) ma almeno riprendere i miei soldi e non rimetterci?
Scusate l'ingenuità dei quesiti ma credo di rappresentare una buona fetta di risparmiatori novizi che vorrebbero guadagnare e invece rischiano solo di farsi incantare. Grazie a chi mi risponderà Greta

Anonimo ha detto...

Assolutamente no, se il prezzo si definirà su ( per esempio) 6 euro ad azione, i soldi rimanenti glieli ridaranno, ovviamente.
Consideri però che la banca per fare questo acquisto si prenderà delle 'spese'.

Gli analisti ( come dice bene anche l'articolo) consigliano di tenere per qualche anno questi titoli, che poi frutteranno abbastanza bene.

Poi sa com'é, sono sempre previsioni quindi sempre 'ipotetiche', e probabilmente quello che gli ha detto la banca, cioè che nei primi giorni faranno un buon rally ( avranno dei guadagni) é plausibile.

Consideri poi che tra 1 anno, se le tiene si prende in regalo 1a azione ogni 10 che ne possiede ed in più - ovviamente - il dividendo.

Io ne ho prese poche, ma le terrò per qualche anno, a mano che non succeda qualche disastro finanziario allora venderò prima.

Anonimo ha detto...

sto valutando l acquisto poste :non fa banca ma si presta ai servizi bancari come intermediario,poste possiede una buona quota di alitalia che non acquisterei,servizio riscossione pensione che il pensionato moderno chiede a inps l accredito in banca servizio pacchi c e una concorrenza spietata poi con 8000 assunzioni il dividendo sara garantito l unica cosa che viene garantita e 1 azione dopo 1 anno che il valore sara soggetto all andamento del titolo io non compro

Anonimo ha detto...

Penso che sia una buona opportunità, visto che Poste è diventata una banca a tutti gli effetti e soprattutto controllata dallo Stato nonostante la vendita. Quindi un mordi e fuggi strategico, per chi ha dimestichezza con le azioni, è d'obbligo. Non fatevi abbindolare dalle azioni gratisi...è un paravento e uno specchietto per le allodole. Se vanno bene, dopo un anno .....via vendere tutto..e chi s'è visto s'è visto. Ho difattti qualche perplessità sul lungo termine. Siamo sempre in italia, non dimentichiamolo, non sono le Poste Tedesche che nel lungo hanno avuto buoni risultati.

Anonimo ha detto...

io ne ho PRENOTATE 1500 ma se ho capito bene non e' detto che mi tocchino ,in quanto se l'IPO al pubblico e' andata tutta esaurita , si procederà al sorteggio. Giusto ???!!!

Non sono i più forti o i più intelligenti a sopravvivere, ma chi è più incline al cambiamento ( Darwin) ha detto...

Quanta acrimonia verso Poste!. Eppure negli anni passati è proprio grazie a Poste ed ai ricavi che ha macinato con personale del settore bancoposta competente e sottopagato che sono state salvate molte banche ed anche molte aziende griffate e di importanza sistemica per l'Italia attraverso CCDD prestiti e MEF. Non è necessario un grazie, nè la sottoscrizione di azioni; solo un giudizio senza preconcetti. E' vero il tallone di Achille è il servizio postale, che è in perdita ma che è anche in ristrutturazione. Inoltre quanti servizi lo Stato eroga attraverso poste ? carte acquisto per anziani e genitori a basso reddito, permessi di soggiorno, pec, patenti dichiarazioni fiscali e tanto, tanto altro. Poste la più grande rete digitale del paese ed i tecnici e le loro conoscenze sono state riconosciute perfino in grandi aziende e organismi federali in USA. Poste, piaccia o non piaccia, sta accompagnando l'Italia verso il futuro. Si, sono uno dei 140 mila lavoratori che quotidianamente lavorano umilmente anche per voi.

Pippo ha detto...

Posso fare una domanda. , ma se io acquisto un pacchetto di 2000 azioni poi sono costretto a vendere il singolo pacchetto quindi avro più difficoltà o posso vendere poi in tagli anche più piccoli ?? Grazie per la risposta

Anonimo ha detto...

Quando tra pochi giorni le azioni verranno immesse normalmente sul mercato, le regole che ci sono per le altre varranno anche per quelle di Poste, quindi potrà rivendere o ricomprare il numero di azioni che vuole

Massy Biagio ha detto...

Ha ragione, Poste Italiane sono state un grande mattone per costruire la casa Italia, ma sembra che ormai nessuno se ne ricordi più

Anonimo ha detto...

Le azioni si possono anche acquistare online per chi può operare con poste
Comunque provate ad investire nell'acquisto di francobolli, l'annata 2015 è ottima

Anonimo ha detto...

vero

Anonimo ha detto...

chi ha comprato enel in collocamento ha fatto degli ottimi guadagni nel lungo perido....quindi non è vero ciò che dici

Anonimo ha detto...

visto i tanti commenti e richieste di informazione significa che c'è un grande interesse perciò sarà un successo...

Anonimo ha detto...

Il bonus share ( attribuzione gratuita di una azione ogni venti per chi detiene il pacchetto per 12 mesi ) non è soggetto a condizioni di sorta: scatta a prescindere dall'esistenza di un "... guadagno azionario " ( sic!)

Massy Biagio ha detto...

E' già un successo, dopo 3 giorni le richieste delle azioni, sono state quanto l'offerta di Poste .
Ora ce ne saranno ancora di più, qualcuno prevede ci saranno richieste per 3 volte le azioni offerte.

Quindi... quindi ci mettiamo seduti e vediamo quello che succede al prezzo di queste azioni

Anonimo ha detto...

Dipende che prezzo ha offerto, poi in caso di stessa offerta andranno per sorteggio

Anonimo ha detto...

io ci sono 2 cose che non ho capito:

1) Non ho capito questa cosa dell'offerta del prezzo. E chiaro che la forchetta del prezzo sarà tra 6 e 7,5 e fino a qui ok. E' altrettanto mi sembra di capire che quando vai a prenotarle non è che ti chiedono quanto vuoi offrire, piuttosto ti "imognono" 7,5 ed in caso sia inferiore poi ti rimborsano la differenza, quindi che senso avrebbe proporre 6 se poi non te le aggiudichi?

2) In termini di aggiudicazione che differenza fa se prenoto il pacchetto da 500, da 2000 o da 3000? Come avvengono le estrazioni? Vengono estratte tra tutte le prenotazioni in maniera indistinta? Oppure viene fatta una estrazione per quelle da 500, una per quelle da 2000, una per quelle da 3000?

Anonimo ha detto...

Accidenti signora, ha fatto una fila di domande a cui non è facile rispondere, ma vediamo
- dovrebbero essere estratti 'pacchetti' in proporzione a quanti ne erano stati offerti
- lei, al momento in cui va a prenotarle dovrebbe riuscire a 'spuntare' il prezzo, cioè ad esempio lei gli dovrebbe dire: ok, io so che c'è questa forchetta e quindi le prenoto SOLO al prezzo di 6 euro l'una. Loro sono costretti ( per legge) ad accettare la sua offerta.

Poi però rimane a bocca asciutta, visto l'andazzo in questione - cioè le tantissime domande - non credo assolutissimamente che il prezzo finale sarà 6.

Anonimo ha detto...

Sicuramente non sarà 6 vista la richiesta, ma la domanda è: se mi conferma che se il prezzo dovesse essere 7 ed io ho offerto 7,5 le pago effettivamente 7.... allora non ha senso offrire altro che 7,5.

Riguardo i pacchetti sono abbastanza certo che loro offrono azioni e non gli importa minimamente che vengano comprate a gruppi di 500, 2000, 3000.... quindi probabilmente.... verranno estratte..... non ne ho idea.... :D

Comunque grazie per la risposta, e chissà perchè sono sembrato una signora :D

Anonimo ha detto...

Credo bisogna stare attenti alle oscillazioni del Prezzo delle azioni all'pertura del mercato perchè anche se scendono del -40% e poi risalgono del +50% il primo giorno o i primi giorni, il mio capitale reale rimane pressoché dimezzato o meglio prima perdo il 40% quindi ho all'incirca dimezzato poi risalgo del 50% ma di quel poco che mi è rimasto.
Se come ha scritto precedente un altro utente, che crede nell'impresa, nella sua crescita, che poi purtroppo ha poco a che vedere con la realtà della società in quanto le azioni si trovano in un mercato economico globale speculativo che come gli indici azionari hanno poco a che vedere con la reale situazione della società, aspetterei le possibili, non assicurate oscillazioni, poi con il capitale menzionato inverto il 2% attraverso un broker e lascio l'operazione aperta in Compra con la contrattazione scritta che se il mio capitale scendesse del 30% per esempio, ognuno è libero di pensare a quanto esporsi al rischio, chiudo il conto e ritiro i soldi oppure aspetto la ripresa, di questa maniera si fanno più soldi e si rischia molto di meno. Se ricordo bene queste forti oscillazioni del Prezzo sono avvenute con Facebook, Twitter certo imprese multimilionarie credo più grandi di Poste Italiane, ma starei attento.
È facile perdere dei soldi...

Anonimo ha detto...

Certo, se il prezzo finale sarà 7, allora Lei le pagherà 7 e i 0,50 euro in più che ha offerto. le saranno resi.
Scusi per la 'signora' ^^

Unknown ha detto...

Strano cosa? Se fate solo retoricamente finta di stupirvi e dunque sapete e volete far sapere a tutti di sapere senza dirlo per davvero... Ok, maniera contorta e furbetta di comunicare senza comunicare, ma è cosa del tutto legittima. Diversamente, beh... è imbarazzante: siete dei poveri sprovveduti. Se volete posso spiegarvi per filo e per segno come mai esista da almeno un paio di lustri una conventio ad non dicendum su tutto ciò che è passibile di rivestire una rilevanza politico-sociale significativa a riguardo di Poste Italiane.
marcop
(dipendente Poste, già sindacalista CGIL)

Massy Biagio ha detto...

Marcop medesimo, potresti spiegarci meglio?

Il Tuo commento ci sembra uno dei più interessanti, però non si capisce bene cosa vuoi dire, ci farebbe piacere che tu spiegassi meglio.

Grazie.

Unknown ha detto...

Si vive una volta sola, quindi io investirei tutto il mio capitale in azioni bancoposta o in un fondo azionario tipo azionario euro o azionario internazionale.

Anonimo ha detto...

Penso che si capisce

Anonimo ha detto...

Non preoccupatevi: per chi sottoscrive col riparto avrà meno della metà di quanto chiesto.

Unknown ha detto...

secondo me se la maggior parte di coloro che hanno depositi presso le poste ( come qui leggo) disinvestono quei capitali per comprare azioni di poste italiane, si fanno del male in quanto il valore d ei depositi di poste si sgonfierebbe e ciò si ripercuote sulle componenti di bilancio, come dire che nel 2016 l'azione varrà di meno

Anonimo ha detto...

Se guardiamo alla brembo di due anni fa' da 7 e' andata a 20 e oltre

Unknown ha detto...

Ma come si fa a comprare un titolo perchè ne fanno pubblicità alla tv?
Leggo di quelle cose, gente che investe il 50% del patrimonio, gente che non ha idea di quanto pagherà questa azioni, gente che non sa se ne può vendere una parte o deve venderle tutte.
Guardate io non sono nessuno ma un po' di conoscenze le ho in materia e se posso consigliarvi (lo dico col cuore) non investirei mai i miei soldi se non avessi conoscenze basiche.
In borsa si perde anche sapendo come funzionano le cose e cercando di tenersi informati...figurarsi investendo a caso perchè si vede la pubblicità (ben riuscita tra l'altro) o perchè si è consigliati dai dipendenti postali.
Attenzione non sto dicendo che il titolo andrà male, sto solo dicendo che investire così a caso è come andare a giocare alla roulette...magari si vince ma magari no...
Per quanto riguarda il titolo bisognerebbe guardare i dati finanziari certo è che se in molti comprano queste azioni (come sembra) il prezzo dell'offerta sarà tra i 7 e i 7,5.
Attrattivo può essere il discorso dell'80% degli utili e dell'azione gratuita ogni 20 ma attenzione. Non si valuta un titolo solo per questo, ricordate che i soldi che distribuisce nel breve contribuiscono ad "ubriacare" gli azionisti ma nel lungo mettono l'azienda in condizione di dover attingere a finanziamenti per investire o a non farlo per niente rendendo l'impresa meno competitiva.
Di sicuro c'è che lo stato intanto porta a casa i soldi delle azioni più il 26% se guadagnate qualcosa a cui va aggiunta la tobin tax.
Voi portate a casa il 74%, meno la tobin, meno le commissioni se guadagnate qualcosa e perdite se ci perdete.
Ripeto attenzione, investire in borsa non è come mettere i soldi in un conto deposito...perchè qui sembra che il guadagno sia sicuro dato che si smobilizzano buoni fruttiferi per acquistare azioni.
Per il titolo comunque non sembra malaccio nel breve termine, nel lungo bisognerà vedere la gestione e l'andamento dei mercati.
Saluti.

Anonimo ha detto...

il btp é un obligazionzrio = meno rischio e tasso fisso fino alla scsdenza. le azioni di poste e qualsiasi enel eni ecc... sono tutti con maggiore rischio perchè il prezzo può cambiare ogni giorno. Se non sei esperto enon vuoi vivere con ansia lascia stare le azioni...............

Orazio Termoli ha detto...

Con i servizi delle poste ho deciso di chiudere,troppi problemi in passato,sportello,buoni e postepay,le azioni loro ? Non ci penso nemmeno e penso che molti rimarranno delusi !

lillith ha detto...

Vuoi dire che nel tempo chi ha investito in buoni fruttiferi o messo nei libretti corre i rischio di non veder restituiti i propri soldi?

Unknown ha detto...

È arrivato il capiente

Anonimo ha detto...

il bonus è di 1 azione ogni 20 sottoscritte; non dimentichiamo poi che sui guadagni si devono pagare le tasse: 26%

Anonimo ha detto...

Salve, io e mio figlio abbiamo investito in azioni di Poste, ora però ci sorge un dubbio, qualcuno può aiutarci?
Leggiamo che queste azioni hanno una tsa del 26%, un Nostro amico ci ha detto che c'é una procedura per poter non pagare queste tasse, una procedura legale, un metodo particolare.
Lui può farlo , se gli diamo il 10% delle azioni.
Voi cosa ne pensate? Io non sono riuscito a trovare niente a riguardo, però anche mio figlio mi sta dicendo che i suoi amici fanno così
Perché dare oltre un quarto di quello che ho guadagnato allo stato? Io non capisco.
Grazie.

Massy Biagio ha detto...

Per carità Sig. Anonimo: lasci perdere questo sedicente 'amico', si tratta sicuramente di una truffa.
Allora: le tasse vanno pagate, altrimenti significa che si è evasori fiscali, cosa che oltre a fargli arrivare un sacco di multe può farla ritrovare addirittura in carcere, si perché stiamo parlando di REATI PENALI.
Detto questo: è vero che ci sono modi per 'pagare meno tasse', ma si levi dalla mente di pagare meno tasse sulle rendite finanziarie.
Chi paga meno tasse di altri, sono persone che di solito sono di una fascia di reddito bassa e di certo non investono soldi , tanto meno in azioni.
Poi vuole 'il 10% delle azioni'?
Io, se fossi in lei, lo denuncerei direttamente, così impara cose vuol dire il termine 'amicizia'.

Anonimo ha detto...

Buongiorno, qualcuno può dirmi se i 3.500 euro che ho speso in azioni di Poste Italiane sono andati a buon frutto?
Come posso sapere se sono riuscito ad aggiudicarmi tutte le azioni che ho ordinato?
Grazie.

Anonimo ha detto...

Sig. Anonimo; come c'è scritto nell'articolo, oggi pomeriggio dovrebbe telefonare alla sua banca ( dove ha fatto la prenotazione) o presso le Poste Italiane ,m dove le ha prenotate e sentire se Lei è stato sorteggiato

Anonimo ha detto...

Come al solito, daranno le azioni solo agli amici degli amici.
L'Italia é questa, c'è il solito magna magna , se siete dei disgraziati che non hanno santi in paradiso, non sperate di avere delle azioni di poste, che tanto non ve le daranno mai

Anonimo ha detto...

A me il mio compagno non le hanno date.
va bè, si vede che non doveva essere cosa.
Il mio compagno poi lo aveva detto. compreremo oro ( lingottini) e lo terremo in casa, sì, è un altro tipo di investimento, ma ormai era tempo che il mio compagno mi faceva una testa così con questo oro

Anonimo ha detto...

Quando iniziano a quotarle nella borsa di milano?

Anonimo ha detto...

Quando conviene venderle?

Anonimo ha detto...

Le hai appena prese e gia' vuoi venderle? Comunque conviene quando la quotazione e' maggiore di quanto le hai pagate. E tieni conto anche delle commissioni che la banca ti applica e del capital gain (26%) che verrà applicato sul guadagno. Non penso che il titolo sará speculativo ma si muoverà in modo "tranquillo". Resta comunque un investimento rischioso come tutte le azioni.

Anonimo ha detto...

Il prezzo delle azioni di Poste stamattina é di + 0,67%, non é una buona notizia, secondo Voi?

Beh, certo, staremo a vedere stasera. Io ho preso 10 k euro e quando arriveranno a + 5% vendo tutto.

Anonimo ha detto...

Oggi lunedì 2 novembre 2015, le azioni di Posta hanno guadagnato qualcosina e sono tornate a 6,585 euro l'una.
Più o meno quanto sono state quotate all'inizio, giusto?

Anonimo ha detto...

VENERDì 6 NOVEMBRE 2015 : a chiusura mercato di contrattazioni , le azioni di Poste Italiane chiudono con un + 0,66% per un valore di 6, 65 euro per azioni, di poco al di sotto del prezzo IPO di 2 settimane fa'.
Oggi il mercato aveva chiuso con un + 1 %.

Anonimo ha detto...

VENERDì 6 NOVEMBRE 2015 : a chiusura mercato di contrattazioni , le azioni di Poste Italiane chiudono con un + 0,66% per un valore di 6, 65 euro per azioni, di poco al di sotto del prezzo IPO di 2 settimane fa'.
Oggi il mercato aveva chiuso con un + 1 %.

Massy Biagio ha detto...

GIOVEDI' 12 NOVEMBRE 2015:
il prezzo delle azioni di Poste italiane resiste alla 'giornata di passione della Borsa di Milano' e chiude con un discreto ( considerando la giornata) + 0,15% , il prezzo si attesta sulle 6,7 euro ad azione, in pratica uguale a quello dell'IPO

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Investire in Oro nel 2021 Guida agli Investimenti dei Metalli Preziosi

Come investire in oro e argento: Guida agli investimenti dei metalli preziosi La diversificazione è una delle cose più importanti da otte...